PROGETTO - OLTRE IL CONFINE

Vai ai contenuti

Menu principale:

LOGLINE
Grande alpinista ma spirito inquieto e solitario, Ettore Castiglioni trovò una nuova ragione di vita accompagnando al confine svizzero profughi ed ebrei in fuga dalla guerra. La ricerca di una libertà assoluta lo guiderà anche nella sua ultima misteriosa impresa, sulla quale lo scrittore Marco Albino Ferrari cerca di fare luce.

SINOSSI
La vicenda dell’alpinista Ettore Castiglioni (1908-1944) rivive attraverso le parole del suo diario. Da giovane dandy di buona famiglia, inquieto e solitario, amante dell’arte e della musica, a soldato e poi partigiano che si adoperò per portare in salvo sul confine svizzero profughi ed ebrei. Un viaggio sospeso tra passato e presente in cui lo scrittore Marco Albino Ferrari (curatore dell’edizione critica dei Diario di Castiglioni) raccoglie testimonianze e documenti, e cerca di far luce sulla misteriosa morte dell’alpinista. Il diario si ferma al marzo del 1944. Degli avvenimenti successi Castiglioni non ha voluto lasciare traccia. Entrato in Svizzera con un passaporto falso è arrestato a Maloja, e privato degli abiti e degli scarponi è rinchiuso in una stanza dell’Hotel Longhin. Durante la notte si cala dalla finestra e affronta il ghiacciaio del Forno avvolto in una coperta. Il suo corpo assiderato sarà ritrovato pochi metri entro il confine italiano. Cosa lo spinse a tentare una fuga impossibile? E quale missione aveva da compiere in Svizzera? I motivi profondi del suo gesto sembrano richiamarsi a un’idea romantica di alpinismo e a un bisogno di libertà assoluta.


PRODUZIONE
                  



                 




IN ASSOCIAZIONE CON
               




Torna ai contenuti | Torna al menu